Fondamenti di trading – Volumi

Last Updated on 4 Settembre 2022 by automiamo.com

Le mie linee guida di riferimento, basate sui volumi, quando voglio speculare nei mercati finanziari con un’ottica di breve periodo, da 1 giorno a massimo 1 mese.

  • I volumi si controllano principalmente sui futures, prodotti finanziari regolamentati dove i volumi risultano essere più attendibili
  • Gli aumenti dei volumi (inflow) su ETF (ad esempio quelli annunciati spesso su Bitcoin) non è un segnale rialzista perchè tali flussi tengono conto sia delle posizioni long che short.

Volumi sui trend al ribasso

I volumi devono essere marcati  sui forti movimenti al ribasso in corrispondenza dei minimi relativi.

future S&P500: volumi marcati sui minimi relativi di un trend al ribasso

I volumi devono essere in aumento per sostenere la discesa dei prezzi.

future S&P500: volumi in aumento sulle discese del prezzo in un trend al ribasso

I volumi devono essere in decremento nei rimbalzi e ritracciamenti temporanei al rialzo

future S&P500: volumi in decremento sui rimbalzi temporanei al rialzo, durante un trend al ribasso

Da monitorare attentamente le eventuali divergenze rialziste dei volumi su un trend al ribasso, che potrebbe anticipare una evenutale importante rotazione del prezzo al rialzo.

Testa e Spalle

Un testa e spalle ideale, a livello di volumi, deve essere caratterizzato da un decremento dei volumi sui picchi (in corrispondenza della testa e delle due spalle) e deve avere uno spike di volume sulla rottura della neckline del pattern.

Testa e spalle su cambio EURO/DOLLARO, timeframe giornaliero. Il pattern si è formato alla fine di un trend rialzista. I volumi sono correttamente in decremento, in particolare i picchi di volume sono in decremento in corrispondenza della testa e delle due spalle. Manca però lo spike di volume in corrispondenza della rottura della neckline, che avrebbe dato più vantaggio statistico a un trend reversal al ribasso che è proseguito poi successivamente.

Bull Trap

BULL TRAP su S&P500. La rottura al rialzo del falling wedge (pattern a forma di cuneo discendente) è stata accompagnata da volumi bassi sia alla rottura del pattern che nella breve prosecuzione al rialzo del prezzo. La trappola per i rialzisti è stata confermata dall’incremento dei volumi nella successiva discesa del prezzo.

Giancarlo Pagliaroli

Disclaimeril contenuto che trovate in questo sito non è da intendersi in alcun modo come consiglio finanziario, né sollecitazione all’investimento. Ragionate sempre con la vostra testa.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.