China ETF

Last Updated on 12 Ottobre 2022 by automiamo.com

Ricevo un alert da Tradingview su questo interessante testa e spalle che si è formato su uno dei principali ETF nel settore azionario cinese a grande e media capitalizzazione.

Avvio la mia app ginvesto per produrre i report di analisi fondamentale automatica sui titoli cinesi che hanno un maggiore peso in questo ETF:

TOP HOLDINGS (%)
TENCENT HOLDINGS LTD 11.74
ALIBABA GROUP HOLDING LTD 8.34
MEITUAN 5.15
CHINA CONSTRUCTION BANK CORP
H 3.08
JD.COM CLASS A INC 3.02

Tencent

Il prezzo ha formato un doppio minimo rispetto ai livelli del 2018. Il titolo inoltre è in ipervenduto sia su RSI che tramite il mio indicatore Zscore. Il prezzo ha toccato il livello di 2 deviazioni standard sotto la media a 3 anni.

Dalla mia analisi fondamentale automatica emerge un titolo fortemente sottovalutato in termini di utili e flussi di cassa previsti sulla base di medie a 5 anni. Anche il P/E è ampiamente al di sotto del settore e industria. La situazione debitoria non mostra alcun segnale di allarme.

Alibaba

Titolo diretto verso i minimi storici non ancora in forte ipervenduto su RSI settimanale ma con ZScore stabile a 2 deviazioni standard sotto la media a 3 anni. Il titolo inoltre è alla base di un cluster di volumi più importante.

Dalla mia analisi fondamentale automatica emerge un titolo fortemente sottovalutato in termini di utili e flussi di cassa previsti sulla base di medie a 5 anni. Il titolo non risulta sottovalutato in base al P/E (43) che rimane ancora al di sopra di quello relativo all’industria e settore di riferimento . La situazione debitoria non mostra alcun segnale di allarme.

Meituan

Su questo titolo a grande capitalizzazione nel settore dei trasporti non è possibile fare una stima del valore intrinseco dato il poco storico finanziario disponibile. Il peso dell’indebitamento al 50% circa è sotto la soglia di allarme. Quick Ratio e Current Ratio pari a 2 confermano una situazione debitoria non particolarmente vulnerabile anche se traspare una incapacità di ripagare gli interessi sul debito in base ai flussi di cassa in media negativi.

China Construction Bank

Titolo sui minimi del 2016 e 2011 che tende a lateralizzare in un range tra i 4 e 8 Hong Kong Dollars.

Dalla mia analisi fondamentale automatica emerge un titolo sottovalutato in termini di utili e flussi di cassa previsti sulla base di medie a 5 anni. Il titolo risulta sottovalutato anche in base al P/E (3) se confrontato con quello relativo all’industria (7) e settore (17) di riferimento . Il peso di indebitamento al 90% non deve rappresentare un campanello di allarme in quanto il titolo lavora nel comparto bancario. Da evidenziare inoltre un dividendo di tutto rispetto pari al 9% con una media storica del 6% con un payout abbastanza sostenibile.

Il settore voluttuario con maggior peso

Concludo riportando questo screen da justETF dove si evince che il settore dei beni voluttuari è quello con maggior peso in questo ETF.

In questa figura riporto come si sta comportando il settore dei beni voluttuari (discretionary) rispetto ai beni necessari (stables), negli Stati Uniti. La tendenza rimane positiva dal 2009 per un settore che tende ad essere piuttosto resiliente anche in fasi di contrazione economica

Giancarlo Pagliaroli

Disclaimer: il contenuto che trovate in questo sito non è da intendersi in alcun modo come consiglio finanziario, né sollecitazione all’investimento, ma soltanto a scopo didattico.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “China ETF”

  1. Avevo aperto una posizione speculativa sulla formazione del testa e spalle. Ho chiuso la posizione sul pullback con un profitto del 4%. Per me non ci sono le condizioni ora per un investimento di lungo termine.

  2. Oggi Hong Kong’s Hang Seng -6%, in particolare nel comparto tecnologico. Due regole molto importanti che sto seguendo nel mio processo. Prima regola: stare fuori da ogni tipo di investimento di medio e lungo termine in caso di politiche interne non perfettamente chiare. Ho applicato questa regola di recente in UK e lo sto facendo anche per la Cina che da tempo mostra ombre di nuovo esternate durante l’ultimo congresso del partito comunista cinese. I mercati finanziari hanno bisogno di certezze per prosperare. Seconda regola: mai mischiare il pensiero speculativo con quello di investimento. Posso speculare qui per il breve termine, massimo un mese, sfruttando magari una figura di analisi tecnica, ma se le cose vanno male si chiude la posizione e non la si lascia per il medio-lungo termine “sperando” che possa risalire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.